Simone Toffanin

Simone Toffanin

 

Attore, autore e regista, ma anche produttore e organizzatore teatrale indipendente: talmente indipendente che a volte strappo personalmente i biglietti all’entrata del teatro ; d’estate poi metto le sedie davanti al palco alle tre del pomeriggio e a notte tarda, finito lo spettacolo e andatosene l’ultimo spettatore, le tolgo ; o sto sotto la pioggia senza ombrello per dare maggiori indicazioni alla gente sul luogo dove si tiene lo spettacolo; oppure rimango al buio di un vicoletto per quasi due ore, solo con la luce del cellulare, a controllare che il contatore non abbia non sovraccarico di energia e lasci gli spettatori al buio.
E tante altre belle e piacevoli cosette.

 

Ma lo faccio volentieri, perché mi permette di vivere il mio sogno: vivere di teatro.
E perché mi piace portare gli spettacoli non solo nei grandi teatri , ma anche di paese in paese, negli spazi alternativi: in poche parole esplorare nuovi territori, per creare un’abitudine al teatro dove prima non c’era.

 

Forse l’avrete già intuito, ma ve lo dico lo stesso: sono abbastanza diffidente con il mondo dei teatri Stabili …… ma se mi fanno una buona proposta, posso sempre cambiare idea!
E sono un anticonformista: per esempio non mi faccio mai fotografare con personaggi famosi… diciamo che sono loro che si fanno fotografare con me.
Per me il teatro è come uno specchio che riflette l’immagine dell’uomo: uno specchio magico però, perché riesce a farti vedere l’essere umano com’è oggi, e al tempo stesso com’era in passato, e come potrebbe diventare in un futuro. Ma sotto alcuni aspetti, l’uomo (come la vita del resto) è in continua evoluzione: se l’immagine che il teatro riflette rimane sempre la stessa, diventa uno foto. E le foto ,si sa, prima o poi finiscono sempre distrutte; o , ben che vada, messe in un cassetto.
Io faccio teatro perché ho qualcosa da dire, e un emozione da condividere.
Ma non chiedetemi per favore che tipo di teatro faccio, perché non saprei cosa rispondere: faccio teatro, spero di qualità, ma non credete alle mie parole….. venite a controllare di persona…. Quante più volte volete e potete: io non mi offendo!

Se volete sapere cosa faccio o mi sono sognato in una di queste notti di fare prossimamente, visitate il sito

E se non avete trovato quello che cercavate, contattatemi a  info@ilcast.it

 

Se volete sapere cosa ho fatto….beh, ecco qua un estratto del mio curriculum

Tralasciando le recite in culla, colle pentole e i soldatini a casa e alle scuole dell’obbligo, ho iniziato a fare teatro presso il Centro Studi Teatrali Tito Livio e contemporaneamente  con il Gruppo Teatro Ruzantiano del mio paese (Pernumia), dove mi sono ammalato di Ruzantinite acuta e permanente.

Ho avuto la fortuna di studiare e lavorare con molti maestri, tra cui Filippo Crispo, Milos Voutcinic, Vittorio Zodio, Gabriele Fanti, Antonio Andreetta, Giovanni Veronesi, Vladimir Olshansky.

 

Come attore e regista teatrale ho interpretato tra le altre cose :

  • nel 2001 il ruolo di Re Montagnon in Il Tempo di Berta, per la regia di Filippo Crispo
  • nel 2002 il ruolo di  Ruzante e ho curato la regia de La Moscheta di Angelo Beolco: prima produzione CAST
  • nel 2003 il ruolo di Don Fulvio  in Invito a cena con delitto, per la regia di Giancarlo Marinelli
  • nel 2004 il ruolo del Narratore in A Laura: Petrarca, l’uomo e il poeta, per la regia di  Roberto Innocente: produzione BEL.TEATRO
  • nel 2006 il ruolo di Tacheto in Nina no far la stupida , per la regia di PierLuca Donin e Damiano Michieletto: produzione Teatro Stabile del Veneto
  •  nel 2007 il ruolo di Pellegrin in Sior Todero Brontolon di Carlo Goldoni, per la regia di Toni Andreetta: produzione CAST con Lino Toffolo (successiv. Mario Bardella) andato in scena anche al Teatro Carlo Goldoni  di Venezia, Nuovo Teatro Oscar di Milano
  • nel 2008 il ruolo di Ruzante e ho curato la regia de I Dialoghi in Lingua Rustica di Angelo Beolco: produzione CAST
  • nel 2009 il ruolo del Pregiudizio nel musical Raccontando Freddie , per la regia di Giovanni Siniscalco: produzione RICA Eventi
  • nel 2010 il ruolo di Vincenzo Peruggia e ho curato la regia di VINCENZO PERUGGIA : produzione CAST e inserito anche nella 40esima stagione teatrale del Teatro San Carluccio di Napoli
  • nel 2012  scrivo , interpreto e curo la regia de C’era una volta un giudice… anzi no, due!! : produzione CAST
  • nel 2014 il ruolo di Teseo in Edipo a Colono per la regia di Andrej Sergeevic Konchalovskij: produzione Fondazione Teatro di Vicenza e debutto al Teatro Olimpico di Vicenza
  • nel 2015 scrivo, interprete curo la regia di Come Polvere sul Tavolo : produzione CAST
  • nel 2016 il ruolo di Claudio Masure e curo la regia di  C’è un uomo nel mio letto! : produzione CAST
  • nel 2017 il ruolo di Falstaff in Le Allegre Comari di Windsor di W. Shakespeare per la regia di Giovanni Giusto: produzione Teatro dei Pazzi

 

Come attore di cinema e Tv ho lavorato in :

  • nel 2007 Le Baruffe Chiozzotte , cortometraggio per la regia di Giancarlo Marinelli: produzione Bianca Film (ruolo: Appuntato Giacomazzi)
  • nel 2008 Piloti, sit -com per la regia Celeste Laudadisio: produzione Magnolia Film (2 puntate) RAI DUE
  • nel 2011 Sapore d’Italia, telefilm brasiliano per la regia R. Ferretti: produzione Epifania Films (2 puntate  ruolo: Cuoco Moraldo) RETE GLOBO
  • nel 2013 Mario, serie TV  per la regia di M. Capatonda: produzione ShortCut ( 4 puntate, ruoli diversi) MTV
  • nel 2015 Una nobile causa, film per la regia di Emilio Briguglio: produzione Running TV International  (ruolo: Alberto)
  • nel 2016 Mariottide, serie Tv per la regia di M. Capatonda: produzione ShortCut production (1 puntata ruolo: Cliente di Ramona) Infinity Tv
  • nel 2016 Mozart in the jungle, serie Tv per la regia di Roman Coppola e Jason Schwartzman, prod. Amazon Studios(2 puntate ruolo: Second claque)
  • nel 2017 IL PECCATO, film per la regia di  Andrej Sergeevic Konchalovskij: produzione RAI Cinema e Jean Vigo Italia (ruolo: Papa Leone X )
  • nel 2018 A-MORS, film indipendente per la regia di Mario Cartapane ( ruolo: il barista Burt )

 

Inoltre:

  • dal 2002 al 2005 consulente teatrale della Provincia di Padova
  • dal 2012 giudice della manifestazione storica La Giostra della Rocca di Monselice (Pd)
  • nel 2016 tra i 40 finalisti del bando pubblico di selezione per la direzione artistica del Teatro Manzoni di Monza
  • nel 2017  Giovane Eccellenza Padovana dal Lions Club Padova-Graticolato Romano